TRANSLATE

27 maggio 2017

MUSICA A ROMA "opera al teatro torlonia "

La grande musica classica e operistica al
Teatro di Villa Torlonia con il concerto del Coro del Teatro dell’Opera


Sabato 27 maggio il prestigioso Coro del Teatro dell’Opera di Roma si esibirà alle ore 18 sul palcoscenico del Teatro di Villa Torlonia con una selezione di alcune tra le composizioni classiche e operistiche più affascinanti. In programma durante l’evento brani realizzati da G. Fauré (da Messe Basse: Sanctus, Agnus Dei; Maria, mater Gratiae mottetto op. 47 n. 2), G. Rossini (Da Petite Messe Solemnelle: Kyrie, Cum Sancto Spirito), W.A. Mozart (da Il Flauto Magico: O Isis und Orisis), L. van Beethoven (da Fidelio: O welche Lust), F. Schubert (Deutsche Tänze per Coro e pianoforte a 4 mani), G. Donizetti (da Don Pasquale: Che interminabile andirivieni).
Le due Messe che apriranno il concerto hanno ciascuna una propria particolarità. La Messa Bassa (che si contrappone cioè al rito della Messa solenne) di Fauré fu stampata nel 1907 ed è una composizione per sole voci femminili e organo, in cui l’autore espresse pienamente la propria intima religiosità: l’Agnus Dei è il brano più ambizioso della messa e rivela la grande abilità contrappuntistica di Fauré.
Scritta nel 1863, la Petite Messe Solennelle è una delle ultime composizioni di Rossini e una delle poche pagine sacre del grande operista. Dodici voci di cui quattro soliste formano il piccolo organico di questa Messa, piccola ma solenne, come nota il titolo nella delicata ironia propria dell’autore, che in essa propone un linguaggio musicale aperto a inedite soluzioni.
I due brani che seguiranno sono per coro maschile ed entrambi tratti da opere celebri, o meglio da due Singspiel, il tipo di melodramma con dialoghi parlati che ebbe grande sviluppo in Germania. I sacerdoti, che aprono le celebrazioni per il culto del dio Sole, invocano Iside e Osiride, in una cerimonia di chiara impronta massonica che convive con le caratteristiche gioiose e fiabesche del Flauto Magico mozartiano. Prigionieri, e infelici, sono i personaggi che intonano il coro beethoveniano dal Fidelio: “O qual piacere, all’aria aperta”, cantano mentre escono dalle loro buie celle per una scarsa ora d’aria e sognano la libertà.
Le Danze tedesche di Schubert sono un suo omaggio alle melodie popolari, sapientemente trascritte e arricchite di nuove armonie. A questo genere, dedicato ad allietare le riunioni musicali fra amici, Schubert dedicò molte composizioni sia corali che per pianoforte, in quell’avvicinamento a un’arte immediata e spontanea che avrebbe poi ispirato molti autori romantici.
Dal Don Pasquale di Donizetti il coro Che interminabile andirivieni commenta con uno spirito degno di quest’opera buffa l’agitazione dei servitori coinvolti molto, loro malgrado, nelle novità di gestione della casa dopo il matrimonio del protagonista.
L’iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Dipartimento Attività Culturali - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma. Coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura.

TEATRO DI VILLA TORLONIA Via Lazzaro Spallanzani, 1a - Roma Tel. 06.4404768 – 060608 www.teatrodivillatorlonia.it info@teatrodivillatorlonia.it Ingresso 1€ con prenotazione obbligatoria allo 060608 effettuabile da 7 giorni prima dell’evento

26 maggio 2017

LIBRI: FRANCESCA MANFREDI VINCE IL PREMIO CAMPIELLO OPERA PRIMA!!

 
 
Francesca Manfredi
UN BUON POSTO DOVE STARE
Oceani Narrativa Italiana, pag. 160 - € 16.00
 


In libreria il 20 aprile


 


 
 
Il debutto di una promessa della nuova letteratura italiana

Tra gli allievi della Scuola Holden è rappresentata da Andrew Wylie, il più importante agente letterario al mondo

Francesca Manfredi


Undici racconti dove i protagonisti  sono persone comuni in situazioni all’apparenza ordinarie ma che nascondono inquietudine, mistero e ambiguità. Al centro l’ambiente domestico: l’ultima notte di una coppia nell’appartamento che sta per lasciare e uno sconosciuto, fuori, che osserva; la prima giornata di una famiglia nella casa nuova, alle prese con vicini, barbecue e piscine gonfiabili; un anziano senza memoria che si presenta alla porta; un padre che esce per un’escursione coi figli e scompare. Gli spazi sono un punto cruciale, una soglia verso l’ignoto che, una volta varcata, rivela dettagli e situazioni incognite. Come se una porta chiusa da sempre spalancandosi  mostrasse qualcosa di sconosciuto o che non si vuole conoscere.

Francesca Manfredi è nata a Reggio Emilia nel 1988 e vive a Torino. Ha pubblicato racconti sul Corriere della Sera e su Linus. È tra gli autori di 6Bianca, serie teatrale in sei episodi ideata da Stephen Amidon e realizzata dal Teatro Stabile di Torino nel 2015. Tiene corsi di narrazione presso la Scuola Holden. Un buon posto dove stare è il suo primo libro.


ARTE E RESTAURO A ROMA "LA SALA DELLE FATICHE DI ERCOLE"

Restauro della Sala delle Fatiche di Ercole
ROMA, PALAZZO VENEZIA



Il Polo Museale del Lazio e la Fondazione Silvano Toti hanno presentato oggi lo scorso 23 maggio 2017, il restauro del soffitto e del fregio a fresco della Sala delle Fatiche di Ercole a Palazzo Venezia 



L’intervento è stato curato per la parte scientifica da due funzionari del Polo Museale del Lazio, Sonia Martone e Paolo Castellani. Sonia Martone, direttore di Palazzo Venezia,


ha coordinato l’intera operazione e progettato il nuovo allestimento della sala; Paolo Castellani ha diretto il cantiere di restauro. I lavori sono stati interamente finanziati dalla Fondazione Silvano Toti attraverso una donazione liberale.


L’intervento è stato materialmente eseguito da L’OFFICINA, Consorzio di restauro e conservazione opere d’arte, nelle persone di Rita Ciardi e Isabella Righetti.
La Sala delle Fatiche di Ercole si trova al piano nobile di Palazzo Venezia, nell’appartamento del fondatore dell’edificio,


il cardinale veneziano Pietro Barbo, poi divenuto papa Paolo II (1464-1471). Essa era ufficialmente destinata alla custodia dei paramenti sacri del pontefice e perciò talora anche detta Sala dei Paramenti. Il fregio a fresco che ne decora la parte alta raffigura in trompe-l’œil una loggia a dodici arcate, quattro con fontane e amorini, le otto restanti con fatiche dell’eroe.


Ecco dunque Ercole e il leone Nemeo, Ercole e Anteo, Ercole e i buoi di Gerione, Ercole e Gerione,
Ercole e Anteo prima 

Ercole e il drago Ladone, Ercole e la cerva di Cerinea, Ercole e gli uccelli di Stinfalo ed infine Ercole e il centauro Nesso.

Già in passato le decorazioni erano state oggetto di restauro, fra l’altro nella seconda metà del XIX secolo, nel 1928 e infine nel 1970. Tenendo presente questa complessa vicenda conservativa, il nuovo intervento ha dapprima rimosso il fisiologico deposito di sporco, le vecchie vernici superficiali – nel frattempo ingiallite – e le estese ripitture dei fondi azzurri delle scene raffigurate entro la finta loggia, per poi passare al reintegro delle lacune, laddove naturalmente necessario e possibile.


I lavori hanno determinato il recupero dell’equilibrio cromatico d’insieme, in precedenza gravemente compromesso; quel che più conta, hanno restituito l’idea del finto loggiato aperto, una delle idee-base del progetto decorativo d’origine, di evidente derivazione albertiana.

Il Polo Museale del Lazio, istituito nel 2014 nell’ambito della recente riforma del MIBACT e attivo dal 9 marzo del 2015 con la direzione di Edith Gabrielli, gestisce quarantatre luoghi della cultura statali di Roma e del Lazio – fra cui appunto il complesso di Palazzo Venezia – e coordina tutti i soggetti pubblici e privati impegnati nell’ambito dei beni culturali sul territorio regionale. Il rapporto con la Fondazione Silvano Toti e questo restauro in particolare sono in tal senso degni di nota. “L’intesa con la Fondazione Silvano Toti – spiega il Direttore Edith Gabrielli – sottolinea l’ormai raggiunta maturità del Polo Museale del Lazio e la sua connessa, effettiva capacità di ‘fare sistema’ con la società civile, ai fini di costituire un vero e proprio sistema museale integrato. D’altro canto, essa rappresenta un ulteriore passo in avanti in quel rilancio del Palazzo, per il quale fin dal 2015 è stato elaborato un piano museologico complessivo, d’intesa con l’architetto Sonia Martone, Direttore del Museo”.
La Fondazione Silvano Toti promuove da anni la salvaguardia del patrimonio culturale, artistico e ambientale italiano. Il suo impegno nel sociale è costante nel tempo e sostiene la tutela dei diritti dell'uomo, con particolare attenzione alle categorie più svantaggiate. Tra le attività supportate dalla Fondazione Silvano Toti si ricordano la costruzione del "Silvano Toti Globe Theatre", il teatro elisabettiano di Villa Borghese poi donato alla città di Roma, e l'impegno a sostegno della Società Genextra che opera nel campo della ricerca sulle malattie legate all'invecchiamento e sulla rigenerazione cellulare.
Nella nuova veste la Sala delle Fatiche di Ercole tornerà ad essere visibile al pubblico, con ingresso gratuito, sabato 27 maggio.  Per l’occasione verranno organizzate delle apposite visite guidate.
Le visite, in programma dalle 10.00 alle 18.00 ogni 30 minuti, non necessitano di prenotazione.
Si formeranno i gruppi direttamente in biglietteria (via del Plebiscito 118) secondo l’ordine di arrivo.
Da domenica 28 maggio la visita alla Sala rientrerà nel normale percorso museale di Palazzo Venezia.

23 maggio 2017

LIBRI "L'ORA DI PUNTA"


 
di
NORA VENTURINI
(Mondadori)


Pag. 300
ISBN 9788804678847
€ 18,00


UNA GIOVANE TASSINARA CON L’ANIMA DELLA DETECTIVE, UN’INDAGINE AL FEMMINILE IN UNA ROMA CHE PONE TANTE SFIDE MA SA ESSERE GENEROSA.



Debora Camilli ha 25 anni e guida il taxi Siena 23. Scarrozzare persone sempre diverse per le strade di Roma, caotiche e traboccanti di vita, non le dispiace, anche se il suo sogno sarebbe stato entrare in polizia. Un sogno a cui ha dovuto rinunciare per sostenere la famiglia quando il padre è mancato improvvisamente e lei ha ereditato la licenza da tassista. Così ora trascorre le sue giornate al volante, o a combattere con la sua famiglia ristretta ma in costante fermento: una mamma infermiera che prepara deliziosi manicaretti (minaccia esiziale per l’austerità a cui Debora vorrebbe ricondurre le proprie forme morbide) e un fratello minore studente modello alla facoltà di Medicina, con il quale passa il tempo a litigare e fare pace.
Finché un giorno il destino la va a cercare nelle vesti di una bella signora che sale sul taxi Siena 23 , e devia per sempre il corso dell’esistenza della tassista e della sua passeggera. Debora resta invischiata nella sorte infelice della donna, determinata a svelarne il mistero. L’anima della detective si risveglia in lei e la spinge a intrufolarsi in un ambiente alto borghese molto distante dal suo, per scoprire che quella Roma bene è meno per bene di quanto sembri...
Accanto a lei il commissario capo Edoardo Raggio, cilentano trapiantato a Roma, sprovvisto del fisico statuario degli investigatori delle serie tv americane, un viso segnato e malinconico, e dotato di due grandi occhi chiari che si accendono di complicità ed entusiasmo quando fiuta la traccia giusta. Raggio e Debora formano insieme una strana coppia di investigatori fantasiosamente assortita dal caso, tanto lui è pacato e riflessivo, quanto lei è fumantina e istintiva.
Tra il lungomare di Ostia accarezzato dal sole primaverile e il Centro storico invaso dai turisti, dai quartieri eleganti dei Parioli e di Roma Nord, a quelli popolari di San Lorenzo e di Roma Sud, facciamo conoscenza, attraverso lo sguardo curioso della tassinara-detective, con l’umanità variegata che popola questo grande palcoscenico a cielo aperto. Tra colpi di scena, equivoci e incontri inattesi, l’audacia e l’intuito di Debora si riveleranno determinanti per arrivare alla soluzione del caso.
UN GIALLO D’IMPRONTA MOLTO FEMMINILE, CON UNA PROTAGONISTA GIOVANE, MALDESTRA, SIMPATICISSIMA.
Nora Venturini è regista teatrale e sceneggiatrice. Ha scritto numerose serie tv o tv movie tra cui: Non lasciamoci più (Rai Uno), Il portiere non c’è mai (Canale 5), L’uomo della carità (Canale 5) e Cugino e cugino (Rai Uno). Nel suo romanzo di esordio, L'ora di ponta, Nora Venturini mette tutto il suo talento al servizio di una commedia gialla, frizzante e amara insieme, al centro della quale si muove Debora Camilli, giovane donna impulsiva, maldestra, grintosa, ancora inconsapevole della propria grande forza.

LIBRI " Edgarda Ferri/Vita di Etty Hillesum/In libreria il 1° giugno LA NAVE DI TESEO "

 
Edgarda Ferri
UN GOMITOLO AGGROVIGLIATO È IL MIO CUORE. VITA DI ETTY HILLESUM

Le Onde, pag 192, € 16.00

Esther Hillesum, detta Etty, è una ragazza olandese di origini ebraiche, colta, curiosa, dalla sensibilità inusuale. Appassionata di letteratura russa e lettrice vorace, lavora come dattilografa al Consiglio Ebraico: la sua è una condizione privilegiata, allo scoppiare della seconda guerra mondiale e con l’inizio delle persecuzioni razziali potrebbe scappare e salvarsi. Potrebbe coltivare i suoi studi, scoprire l’amore che comincia ad affacciarsi nella sua vita, realizzare i mille sogni suggeriti dalla sua fantasia. Ma decide di non abbandonare la sua famiglia, il suo popolo, e di condividerne fino in fondo la sorte. Così, il 7 settembre 1943, dopo i mesi passati nel campo di transito di Westerbork, sale su un treno per Auschwitz da cui, neanche trentenne, non farà più ritorno.
In questo appassionante ritratto, che si legge come un romanzo di grande intensità, Edgarda Ferri racconta l’animo ribelle e poetico di #EttyHillesum, gli anni della gioventù e della guerra affrontati con uno spirito mai esausto, un “umanesimo radicale” che ha trovato nelle pagine del suo diario e delle sue lettere un’altissima interpretazione letteraria. Considerata uno dei simboli della Shoah, la vita e l’opera di Etty Hillesum sono diventate fonti di ispirazione contro l’oblio della memoria, esempio di un altruismo e una solidarietà̀ capaci di sopravvivere alle atrocità̀ della storia. Questo libro ci trasporta con intimità̀ e rispetto nei suoi momenti privati, nelle scelte coraggiose, nel cuore tormentato di una donna dalla forza indomita e mai dimenticata.
 
Edgarda Ferri scrittrice, saggista, giornalista, ha all’attivo numerose biografie, tra cui quella di grandi donne come Maria Teresa d’Austria, Giovanna la Pazza, Caterina
da Siena, Letizia Bonaparte, Matilde di Canossa, Eloisa, Flavia Giulia Elena, di artisti come Piero della Francesca, di condottieri e architetti come Vespasiano Gonzaga. Si è occupata di storia contemporanea in L’alba che aspettavamo e Uno dei tanti. Ha pubblicato inoltre Klimt,
le donne, l’arte, gli amori, Il cuoco e i suoi re e Guanti bianchi. Collabora con “la Repubblica”.

TEATRO A ROMA "SAREMO BELLISSIMI E GIOVANISSIMI SEMPRE "

TEATRO VASCELLO PRIMA ROMANA DANZA
26-27-28 maggio
venerdì e sabato h 21 domenica h 18
SAREMO BELLISSIMI E GIOVANISSIMI SEMPRE
LA SCELTA - BEATI PAUPERES SPIRITU/ECKHART PROJECT


testi e regia Marco Chenevier
coreografia e interprete Marco Chenevier
direttore di palco Andrea Sangiorgi
Produzione: TIDA - Theatre Danse con il sostegno del MIBACT - Ministero dei beni e delle attivita culturali e dell'Assessorato Istruzione e Cultura della Regione Valle d'Aosta

Il performer, ingabbiato nel dover realizzare uno spettacolo su Meister Eckhart, si rende conto della difficoltà dell'operazione quando oramai è stato accettato l'incarico.
La ricerca dell'interiorità secondo il mistico domenicano del XIV secolo Meister Eckhart, deve essere perseguita nella dissoluzione dell'ego cercando la solitudine interiore, distaccandosi dalla volontà dalla memoria, dai sensi e dal giudizio.
Adottando un atteggiamento intellettuale e analitico, il performer riprende i fondamenti della mistica di Eckhart tentando innumerevoli volte di tradurne almeno uno in uno spettacolo di danza. Ma nell'autocensura dei tentativi l'analisi si perde nella vana ricerca di un'idea drammaturgica che sembra continuamente fallire.
Il malessere e le riflessioni vengono così condivisi con il pubblico in modo leggero e divertente in una parziale frattura del codice. Il ragionamento, esausto, porta il performer a chiedersi infine se non fosse sbagliato il processo in sé. La chiave di volta potrebbe essere quella di domandarsi quale sia il senso di un lavoro su Eckhart oggi, e se l'accusa di eresia che egli subì sette secoli fa non palesi un confitto atavico tra potere ed interiorità
La costruzione scenica rivela la scrittura della drammaturgia stessa, la quale diventa il filo conduttore che lega i quadri, le coreografe e le scene.
La vita del mistico e la sua ricerca del distacco si intrecciano con una riflessione sul ruolo dell'arte contemporanea nella società odierna, incentrata su modelli esteriori volti alla propaganda del consumismo. Forse #Eckhart, anche oggi, verrebbe tacciato di eresia non dalla Chiesa, ma dal Mercato.

 #teatro
#teatrovascello
#mycultureinblog
 

20 maggio 2017

ARTE ANTEPRIMA "A ROMA " "DICÓ | Combustioni"

DICÓ Combustioni

Enrico Dicò, Gioconda, Tecnica mista su tavola, neon e plexiglas (PMMA) combusto, 168x100x13 cm


Complesso del Vittoriano - Ala Brasini, Roma
8 giugno - 9 luglio 2017


Dall’8 giugno al 9 luglio 2017 la Sala del Giubileo del Complesso del Vittoriano – Ala Brasini di Roma ospita la mostra DICÓ | Combustioni:

Enrico Dicò, Andy Warhol 1, Tecnica mista su tavola e plexiglas (PMMA) combusto, 140x100x13 cm


un’antologica dedicata a uno degli artisti più dirompenti e originali del panorama italiano e internazionale, innovativa manifestazione artistica del Neo-Pop.

Enrico Dicò, Marilyn 1, Tecnica mista su tavola, neon e plexiglas (PMMA) combusto, 150x100x13 cm

40 opere, alcune per la prima volta esposte al pubblico il quale potrà immergersi in un originale universo espressivo che unisce gli echi di Warhol e Burri con la Street Art.

ARTE A ROMA "LA NOTTE DEI MUSEI"

MOSTRE VISITABILI DURANTE LA NOTTE DEI MUSEI 2017



Accanto agli eventi, lo spettatore potrà visitare le mostre attualmente in corso nei musei e negli altri spazi aperti di sera durante LA NOTTE DEI MUSEI 2017.

MOSTRE VISITABILI CON INGRESSO 1 EURO

Musei Capitolini
Pinturicchio pittore dei Borgia - Il mistero svelato di Giulia Farnese”

Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali

Museo dell’Ara Pacis
“Spartaco. Schiavi e padroni a Roma”

Museo di Roma Palazzo Braschi

Museo di Roma in Trastevere
Vivian Maier. Una fotografa ritrovata”

MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma
“Cross The Streets”
“Otros Sonidos, Otros Paisajes”
“Gea Casolaro - Con lo sguardo dell’altro”
“Arte e Politica. Percorsi nell’arte contemporanea attraverso la collezione MACRO”

MACRO Testaccio
Alfredo Pirri “I pesci non portano fucili”,
Pietro Fortuna “S.I.L.O.S”

MUSEI DI VILLA TORLONIA
Casina delle Civette:
“La Vetrata Artistica. Luce e Colore”
“Il meraviglioso mondo di Wal. Sculture fantastiche, animali magici e dove cercarli”
Casino dei Principi:
“Magia della luce. Specchio e simbolo nell’opera di Lorenzo Ostuni”

MAXXI
Collezione Maxxi. The Place To Be
Incontri Internazionali D’arte 1970-1981
Nature Forever. Piero Gilardi
Please Come Back. Il Mondo Come Prigione?
Interiors. Le Stanze Del Quotidiano
Artapes#1. Walking Around The Clock
The Indipendent. Radical Intention

PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI
“DNA. Il grande libro della vita da Mendel alla genomica”
“Georg Baselitz. Gli Eroi”
“Ai tempi di Degas”
“World Press Photo 2017”

ACCADEMIA DI FRANCIA - VILLA MEDICI
"Yoko Ono e Claire Tabouret | One day I broke a mirror"

CASA DI GOETHE
Punti di vista”

MOSTRE CON BIGLIETTO RIDOTTO SPECIALE


COMPLESSO DEL VITTORIANO – ALA BRASINI
Giovanni Boldini (ingresso 10 euro)
Botero (ingresso 8 euro)

CHIOSTRO DEL BRAMANTE
Jean-Michel Basquiat. New York City al (ingresso 5 euro)

MOSTRE VISITABILI CON INGRESSO GRATUITO

REALE ACCADEMIA DI SPAGNA
Oltre ogni ragionevole dubbio
L’anima del Gotico Mediterraneo

ACCADEMIA D’UNGHERIA
"Mettici la faccia!” Artisti critici d’Ungheria dagli anni settanta ad oggi dalla collezione del Ludwig Museum di Budapest"

ACCADEMIA NAZIONALE DI SAN LUCA
“Il Lascito del barone Michele Lazzaroni. Un’antica e controversa scelta dell’Accademia di San Luca”
“L’abitazione “messa in scena”. Pietro Aschieri (1889-1952)
“Luigi Ontani. SanLuCa҆stoMalinIc҆onicoAttoniTὀnicoEstaEstE᾽tico”

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHES
“InMateriale. Lucilla Catania”
“Bimba Landmann - Cultura visiva e immaginario fantastico”
“Bizhan Bassiri - Specchio Solare NOOR”

MUSEO PIETRO CANONICA A VILLA BORGHESE
“Memorabilia della Targa Florio”

MUSEO NAPOLEONICO
“Minute Visioni - Micromosaici romani del XVIII e XIX secolo dalla collezione Ars Antiqua Savelli”

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA
“Litoralis – dalla terra al mare”

MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO
“All’ombra delle piramidi. La mastaba del dignitario Nefer”

GALLERIA D’ARTE MODERNA
“Stanze d’artista. Capolavori del ‘900 italiano. Sironi, Martini, Ferrazzi, De Chirico, Savinio, Carrà, Soffici, Rosai, Campigli, Marini, Pirandello e Scipione”.
 LA NOTTE DEI MUSEI A ROMA
Sabato 20 maggio 2017
Apertura straordinaria di musei civici, musei statali e altri spazi espositivi e culturali della città, dalle 20.00 alle 2.00 con mostre, eventi e spettacoli
Sabato 20 maggio 2017, simultaneamente in trenta paesi europei, torna a Roma “La Notte dei Musei”, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura.
Un invito imperdibile a scoprire i luoghi di cultura della Capitale, con musei civici, musei statali e altri spazi espositivi e culturali della città straordinariamente aperti dalle ore 20 fino alle 2 di notte (ultimo ingresso ore 01.00). Un’occasione unica per visitare in orario serale le mostre permanenti e temporanee ospitate dagli spazi coinvolti e per assistere, al tempo stesso, agli spettacoli in programma, pagando solo un biglietto d'ingresso al museo pari a 1 euro oppure ad ingresso completamente gratuito, dove espressamente previsto.
Tra i principali musei e spazi culturali coinvolti: MUSEI CAPITOLINI, CENTRALE MONTEMARTINI, MACRO, MACRO TESTACCIO, MUSEO DELL'ARA PACIS, MUSEO DI ROMA PALAZZO BRASCHI, MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE, MERCATI DI TRAIANO, MUSEI DI VILLA TORLONIA, TEATRO DI VILLA TORLONIA, GALLERIA D’ARTE MODERNA DI ROMA, MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO, MUSEO DELLE MURA, MUSEO CARLO BILOTTI, MUSEO PIETRO CANONICA, MUSEO NAPOLEONICO, MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA, MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA, ACCADEMIA NAZIONALE DI SAN LUCA, ACCADEMIA D’ARMI MUSUMECI GRECO, CARCER TULLIANUM, CASA DELL'ARCHITETTURA – ACQUARIO ROMANO, CHIOSTRO DEL BRAMANTE, COMPLESSO DEL VITTORIANO, PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI, MAXXI, MUSEO STORICO DELL'ARMA DEI CARABINIERI, MUSEO DEL VIDEOGIOCO VIGAMUS, AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA, POLO MUSEALE SAPIENZA UNIVERSITA’ DI ROMA.
Saranno straordinariamente aperti al pubblico per la Notte dei Musei, ad ingresso gratuito, la CAMERA DEI DEPUTATI, dalle ore 20 alle ore 2 (ultimo ingresso da piazza Montecitorio all’01.30), e il SENATO DELLA REPUBBLICA, dalle ore 20.00 alle ore 24 (ultimo ingresso da piazza Madama ore 24).
Partecipano alla Notte dei Musei anche importanti accademie e istituzioni culturali straniere. Apriranno eccezionalmente al pubblico in orario serale: a cura dell’AMBASCIATA GRECA si svolgerà, ad ingresso gratuito, in PROTOMOTECA (ore 20.30) il concerto di Christoforos Staboglis (baritono) e Sotiris Louizos (piano); la REALE ACCADEMIA DI SPAGNA, nel complesso conventuale di San Pietro in Montorio, con le mostre “Oltre ogni ragionevole dubbio” e “L’anima del Gotico Mediterraneo”, ad ingresso gratuito; l'ACCADEMIA DI FRANCIA - VILLA MEDICI con apertura straordinaria fino alle 24.00 della mostra "Yoko Ono e Claire Tabouret | One day I broke a mirror", ingresso 1 euro; la CASA DI GOETHE con visite guidate alla collezione permanente e alla mostra “Punti di vista”, ingresso 1 euro; l'ACCADEMIA D’UNGHERIA, nel prestigioso Palazzo Falconieri, con apertura gratuita al pubblico della galleria e del cortile fino alle ore 24.00, con visite guidate alla mostra "Mettici la faccia!” Artisti critici d’Ungheria dagli anni settanta ad oggi dalla collezione del Ludwig Museum di Budapest", proiezione di film e musiche.
MUSEI E ALTRI SPAZI CULTURALI CON INGRESSO A 1 EURO
Tra i numerosi eventi di spettacolo in programma presso i Musei Civici e altri spazi culturali nella Capitale - selezionati anche tramite apposito avviso concorrenziale “Notte dei Musei 2017” emanato da Zètema Progetto Cultura - ricordiamo:
ai MUSEI CAPITOLINI nell’Esedra del Marco Aurelio (ore 20.30 e 22.15) il concerto Duo for Gershwin con Rosario Giuliani (sassofono) e Riccardo Fassi (pianoforte) - nel Salone di Palazzo Nuovo e sale attigue (ore 21.30 e 23.00) lo spettacolo Alessandro Haber legge Rovine di e con Gabrile Tinti con lettura di poesie ispirate ad alcuni capolavori dell'antichità - nella Sala Pietro da Cortona (ore 21.15 e 23.15) concerto L'Eccletismo musicale del mandolino con brani per mandolino riadattati per orchestra a plettro, spaziando dal mondo della lirica al mondo del rag time, e i venti artisti dell'Associazione Mandolinistica Romana. Lo stesso spettacolo si svolgerà anche in PROTOMOTECA alle ore 22.15; al MUSEO DELL'ARA PACIS nello spazio fronte Ara (ore 21.30 e 23.30) concerto Ara Pacis Konzert con Luigi Cinque, Alireza Mortazavi, Patrizio Fariselli, e nell'Auditorium (ore 20.30 e 22.30) spettacolo teatrale Albania casa mia con il giovane attore e autore Aleksandros Memetaj; al MUSEO DI ROMA PALAZZO BRASCHI nel Cortile (ore 21.45 e 24.00) concerto dedicato alla canzone e tradizione romana Lucilla Galeazzi - O Roma, Roma città tanto cara con Lucilla Galeazzi (voce e chitarra), Susanna Buffa (voce), Chiara Casarico (voce), Stefania Placidi (voce e chitarra) - nella Sala al primo piano e cortile (ore 20.15, 21.00, 22.30, 23.15) concerto Voci per l'arte 2017 con esibizione del Coro del Risuonare diretto dal M° Diego Caravano e del Coro Saint Louis Voices Selection diretto da Milena Nigro; alla CENTRALE MONTEMARTINI (ore 20.30, 21.45 e 23.00) concerto Ella's Night che propone la reinterpretazione di famosi standard jazz portati al successo da Ella Fitzgerald, Billie Holiday, Sarah Vaughan, Blossom Dearie, Betty Carter, con Federica Carmen Santoro alla voce, Enrico Bracco alla chitarra, Francesco Poeti al basso chitarra e con special guest il contrabbassista Ameen Saleem; ai MERCATI DI TRAIANO (ore 21.00 e 23.00) musiche di strada e altri suoni per il concerto di Famiglia Maraviglia con Clara Graziano (organetto e voce), Giordano Treglia (ghironda, lira calabrese), Arianna Colantoni (voce) e Erasmo Treglia (mandola, chitarra, nichelharp, tofa); alla CASA DELL'ARCHITETTURA – ACQUARIO ROMANO (ore 20.30, 22.00 e 23.15) Omaggio alla cucina romana, tra vinili e cucina tradizionale, con il djset di Daniele De Michele (Donpasta); al MACRO via Nizza (ore 20.30, 21.10, 21,45, 22.30, 22.50, 23.20, 00.15) esibizioni live e performance di elettronica sperimentale ed elettroacustica per la serata Elettronot(t)e con gli artisti Pappalardo-Baron, K-Conjog, Numa Project; al MACRO Testaccio (ore 21.30 e 23.00) il concerto Mina Spacehop Flip con i brani di Mina rivisitati in chiave moderna da Frenetik&Orange3 live set; al PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI (ore 21.00, 22.00, 23.00) esibizione della giovane cantautrice Marla Green; alla GALLERIA D'ARTE MODERNA in via Crispi (ore ore 21.00, 22.00 e 23.00) concerto Musicalmuse con il trio composto da Alice Ricciardi (voce), Vincenzo Florio (contrabbasso) e Pietro Lussu (pianoforte elettrico), che proporrà celebri standard in omaggio alle grandi figure femminili della musica jazz, come Billie Holiday, Carmen McRae, Betty Carter, Ella Fitzgerald e Sarah Vaughan; ai MUSEI DI VILLA TORLONIA nella Sala da Ballo del Casino Nobile (ore 20.30, 21.30 e 23.00) colonne sonore, tango e milonga affidati agli archi del Quartetto Pessoa nello spettacolo Film & Tango. I musicisti classici Marco Quaranta, Rita Gucci, Achille Taddeo, Kyung Mi Lee eseguiranno musiche di Piazzolla, Gardel, Morricone, Williams, Shostakovic; al MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE (dalle 20.00 alle 01.30) animazione culturale e interventi musicali e sonori nello spettacolo Tempo Libero - Storie di un'impressione con Michele Moi (violino), Antonio Sorgentone (piano e voce), Antonella Britti, Federica Marchettini, Manuel D'Amario; al TEATRO DI VILLA TORLONIA (ore 20.15 e ore 21.15) concerti del Coro del Teatro dell’Opera di Roma su musiche di J. Brahms e G. Verdi, con prenotazione obbligatoria allo 060608. Sono previste anche visite guidate al Teatro di Villa Torlonia dalle ore 22.00 alle ore 24.00 con partenza ogni 15 minuti e prenotazione obbligatoria allo 060608.
Il MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA in collaborazione con Myosotis, propone dalle ore 20.00 una serata all'insegna della cultura e della scienza con percorsi guidati, postazioni interattive, incontri con gli zoologi. Si potrà scegliere fra la visita libera del Museo e il percorso guidato - con la possibilità di usare, fare esperimenti, e di partecipare a laboratori nel giardino esterno. Per il percorso guidato è necessaria la prenotazione allo 06 97840700
VIGAMUS, il Museo del videogioco italiano in occasione della Notte dei Musei prevede un'apertura speciale dalle ore 20.00 alle 02:00 al prezzo simbolico di 1 euro. I visitatori potranno accedere alle aree espositive ed interattive del Museo, compresa la sala della realtà virtuale Oculus Room, partecipando anche a visite guidate e proiezioni di documentari.
Il Museo MAXXI sarà straordinariamente aperto con ingresso a 1 euro dalle ore 20.00 alle ore 24 (ultimo ingresso ore 23.00) con la possibilità per i visitatori di immergersi nella natura fantastica di Piero Gilardi e scoprire il nuovo allestimento della collezione con opere mai esposte prima.
I luoghi della Cultura statali partecipano all'iniziativa con l'ingresso simbolico a 1,00 €. Per info sui musei di Roma che aderiscono e sugli orari di apertura consulta il sito MiBACT www.beniculturali.it/notteuropeadeimusei2017
MUSEI E SPAZI CULTURALI CON INGRESSO GRATUITO
L’accesso sarà totalmente gratuito, come di consueto, presso i piccoli musei, che saranno animati dai seguenti spettacoli:
al MUSEO NAPOLEONICO (ore 20.30, 21.30 e 23.00) letture tratte da "La derniere Salve" di Jaen Claude Brisville e liriche da camera per lo spettacolo Napoleone a Sant'Elena e la musica del suo tempo con Ennio Coltorti (Napoleone), Roberto Mantovani (Hudson Lowe), Silvia Scozzi (soprano), Antonella Moles (fortepiano); al MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA (ore 21.00 e 22.15) l'Ensemble Keplero eseguirà due delle celeberrime “Sonate a quattro” per due violini, violoncello, e contrabbasso di Gioacchino Rossini nel concerto Rossiniana, con Stefano Minore e Leonardo Alessandrini (violini), Marco Simonacci (violoncello), Massimo Ceccarelli (contrabbasso); al MUSEO PIETRO CANONICA (ore 20.15, 20.45, 21.15, 21.45, 22.15, 22.45) Pino Strabioli racconta Sergio Tofano, in occasione dei 100 anni dalla nascita del Signor Bonaventura, con Pino Strabioli, Andrea Calabretta (burattini, oggetti, ombre) e Dario Benedetti (chitarra); al MUSEO DELLE MURA (ore 20.30 e 22.00) narrazioni e polifonie sugli antichi miti nello spettacolo Tempeste, dalle Metamorfosi di Ovidio, con Sista Bramini, Camilla Dell'Agnola, Valentina Turrini; al MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO (ore 21.15, 22.30 e 23.15) l’attore, mimo e prestigiatore Sergio Bini in arte Bustric propone lo spettacolo La meraviglia e l'illusione, una passeggiata magica, tra giochi e racconti, alla scoperta delle bellezze e dei segreti del museo- al MUSEO CARLO BILOTTI ARANCIERA DI VILLA BORGHESE (ore 20.30 e 21.30) reading-concerto Pirandello Fantastico, tratto da “Novelle per un anno”, in occasione del 150° anniversario della nascita di Luigi Pirandello, con l’attore Roberto Herlitzka accompagnato dalla musica dal vivo di Stravinskij e Shostakovich, interpretata dal clarinetto di Alessandro Di Carlo e dal violino di Alberto Caponi.
L’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA aderisce alla Notte dei Musei con l’apertura serale gratuita del Museo Archeologico, del Museo Aristaios, dello spazio AuditoriumArte e Sound Corner, dalle ore 20.00 alle ore 24.00 con visite guidate gratuite alle 20.30 - 21.30 - 22.30. Ultimo ingresso ore 23.00.
La Notte delle BIBLIOTECHE DI ROMA prevede: al Bibliocaffè Letterario ore 19 l'incontro Il paesaggio di Ostiense. Patrimonio urbano e storie, sul passato e futuro di questo pezzo di città, con la geografa Claudia Meschiari, e l'urbanista Sandra Annunziata, dell'associazione ETICity; alla Casa delle Letteraure ore 21,30 e ore 23,00 Dante per tutti, una lettura di brani scelti dai Canti della Divina Commedia, con Luca Maria Spagnuolo, Martina Giusti e Flavio Marigliani; alla Casa delle Traduzioni ore 21 l'incontro A cena con il traduttore con Enrico Terrinoni, un aperitivo per conoscere da vicino un traduttore professionista, con prenotazione obbligatoria a casadelletraduzioni@bibliotechediroma.it
L’ATAC apre al pubblico il proprio Polo Museale in zona Ostiense (via Bartolomeo Bossi) dalle ore 19.00 alle ore 23.00, con la possibilità per i visitatori di ammirare la rara collezione di locomotori e tram.
La CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA procederà ad un’apertura straordinaria della propria sede storica di Via de’ Burrò, 147 – Piazza di Pietra, 91/A. Una guida turistica accompagnerà i visitatori, in gruppi di circa 30 persone, tra le più importanti e storiche sale del palazzo: dal Tempio di Adriano (dove è in programma un intrattenimento musicale) alla Sala della Giunta e Sala del Consiglio. La sede sarà visitabile gratuitamente dalle ore 20.00 alle ore 02.00 (ultimo ingresso alle 01.00).
L’ACCADEMIA NAZIONALE DI SAN LUCA partecipa alla Notte dei Musei con l’apertura straordinaria fino alle ore 24 e l'ingresso gratuito alle mostre Il Lascito del barone Michele Lazzaroni. Un’antica e controversa scelta dell’Accademia di San Luca e L’abitazione “messa in scena”. Pietro Aschieri (1889-1952) e alla mostra Luigi Ontani. SanLuCa҆stoMalinIc҆onicoAttoniTὀnicoEstaEstE᾽tico.
Sarà straordinariamente aperto al pubblico dalle 20 alle 02, ad ingresso gratuito, il MUSEO STORICO DELL'ARMA DEI CARABINIERI (Piazza del Risorgimento), con il concerto (ore 20 della JuniOrchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
L'Opera Romana Pellegrinaggi aprirà straordinariamente dalle ore 20.00 alle ore 2.00, ad ingresso gratuito, il “CARCER TULLIANUM – IL CARCERE DI S. PIETRO” sito in Clivio Argentario 1. Il Carcer Tullianum è uno dei monumenti dell’età repubblicana di Roma più importanti. Custodisce una grande ricchezza storica e archeologica da più di 3.000 anni.
La SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA aderisce alla Notte dei Musei con l’apertura straordinaria del suo polo museale fino alle 24:00 e un ricco programma di visite guidate, laboratori, mostre, dibattiti, conferenze e performance.
Si partirà già alle 18.30 nell'Aula magna del Rettorato con il concerto Ciajkovskij allo specchio. Duello di orchestre in Aula magna, arbitro Ciajkovskij delle Orchestre MuSa Classica - diretta dal M° Francesco Vizioli - e MuSa Jazz, che, con il supporto “dietro le quinte” del M° Silverio Cortesi, sarà diretta dal giovanissimo Gabriele Blasco. Entrambe le formazioni presenteranno al pubblico la complessa partitura della suite dello Schiaccianoci di Ciajkovskij, rispettivamente nella versione originale e negli strepitosi arrangiamenti jazz di Duke Ellington. L’esibizione sarà accompagnata dal gruppo di danza “Uscite di Emergenza”.
MOSTRE ED EVENTI AD INGRESSO RIDOTTO
Saranno straordinariamente aperte di sera fino alle ore 24 (chiusura biglietteria ore 23), con un biglietto ridotto speciale, le mostre Giovanni Boldini (ingresso 10 euro) e Botero (ingresso 8 euro) al COMPLESSO DEL VITTORIANO – ALA BRASINI, in collaborazione con Gruppo Arthemisia.
Il CHIOSTRO DEL BRAMANTE aderisce alla Notte dei Musei con ingresso alla mostra Jean-Michel Basquiat. New York City al prezzo speciale di 5 euro dalle 19.00 alle 23.00 (la biglietteria chiude un' ora prima).
La CASA MUSEO ACCADEMIA MUSUMECI GRECO, in via del Seminario 87, sarà aperta dalle 21 alle 24, con biglietto d’ingresso pari a 2 euro. Gruppi di visitatori saranno guidati dal Maestro d’Armi Renzo Musumeci Greco, che illustrerà le preziose armi della collezione di famiglia, rare riproduzioni di scena, immagini originali di storici set cinematografici, opere che artisti del Novecento come Mimmo Paladino e Duilio Cambellotti hanno dedicato all’Accademia. A impreziosire la serata, le letture degli attori Francesco Meoni e Carlotta Maria Rondana e le esibizioni di schermidori professionisti.
Tutti i partecipanti alla Notte dei Musei possono partecipare al contest su Instagram utilizzando l’hashtag #NDMroma17. Gli autori delle tre foto più belle saranno premiati con i biglietti per L’Ara com’era, la visita immersiva e multisensoriale dell’Ara Pacis.
Il programma è suscettibile di variazioni. Per il programma aggiornato e l'elenco completo delle strutture aderenti: www.museiincomuneroma.it
LA NOTTE DEI MUSEI
Roma, sabato 20 maggio 2017
Dalle ore 20.00 alle ore 2.00 (ultimo ingresso ore 01.00)
Ingresso 1 euro, salvo che non sia diversamente indicato
Info 060608
www.museiincomuneroma.it
#NDMroma17
facebook/NotteDeiMusei
twitter/museiincomune
Instagram/museiincomuneroma

TEATRO E SPIRITUALITAì "TEATRO E SPIRITUALITA' | Sandro LOMBARDI e Roberto INCERTI al Museo Marino Marini | Domani sabato 20 maggio - ore 19.00 "

ARTE e SPIRITUALITÀ
Sabato 20 maggio 2017 - ore 19.00 
Teatro e spiritualità
Conversazione con Sandro Lombardi - Attore,
Sandro Lombardi

drammaturgo e scrittore
e Roberto Incerti - Critico teatrale e giornalista

Il rapporto tra fede e teatro sarà al centro della conversazione tra il critico teatrale Roberto Incerti, firma storica de La Repubblica, e l’attore e scrittore Sandro Lombardi.



Sarà anche unìoccasione per ripercorrere la carriera di uno dei più importanti attori italiani, che ha ricevuto per ben quattro volte quattro volte, tra il 1988 e il 2002, il Premio Ubu per la migliore interpretazione maschile dell’anno. Lombardi, da decenni, sta vivendo con misticismo la sua grande avventura teatrale e fondamentale in questo senso è stata l’amicizia col poeta Mario Luzi. 
La conversazione sarà preceduta della celebrazione della Santa Messa nella Cappella Rucellai (ore 16.30), officiata da padre Antonio Idda OP, accompagnata da un repertorio musicale a cura del M° Antonio Ortese e dalle fragranze degli incensi selezionati da Sileno Cheloni.
Sandro Lombardi attore e scrittore, ha interpretato, sempre per la regia di Federico Tiezzi, testi di Beckett, Bernhard, Brecht, Cechov, Luzi, Manzoni, Parise, Pasolini, Pirandello, Sinisi, Schnitzler, Testori. Ha lavorato inoltre con Rainer Werner Fassbinder, Carlo Quartucci, Giancarlo Cobelli, Mario Martone, Stefano Massini, Luca Ronconi. È autore del saggio autobiografico Gli anni felici (Garzanti 2004; Premio Bagutta Opera Prima), del romanzo breve Le mani sull’amore (Feltrinelli 2009) e del racconto lungo Queste assolate tenebre (Lindau 2015). Ha curato, per Zanichelli, la sezione Teatro dell’antologia letteraria per le scuole medie superiori Testi e Immaginazione, 2014. La sua ultima pubblicazione è Puro Teatro, Cue Press 2016. Ha lavorato molto in campo musicale, collaborando tra gli altri con Giorgio Battistelli, Alexander Lonquich, Giacomo Manzoni, Riccardo Muti, Jeffrey Tate, Fabio Vacchi.
Museo Marino Marini
Piazza San Pancrazio, Firenze
Orario: sabato – domenica - lunedì 10:00 - 19:00 / mercoledì – giovedì - venerdì 10:00 - 13:00  
Chiuso il martedì e i giorni festivi - Biglietti: intero € 6, ridotto € 4, studenti € 3.
Tel. +39 055.219432 - e-mail: info@museomarinomarini.it - www.museomarinomarini.it

MUSICA A ROMA "opera al teatro torlonia "

La grande musica classica e operistica al Teatro di Villa Torlonia con il concerto del Coro del Teatro dell’Opera Sa...

I PIU' POPOLARI